venerdì 24 maggio 2013

Blu Isoscele






















Labaula4 presenta Blu isoscele, una riflessione collettiva sul tema dell’evoluzione del colore nell’architettura e del design. Il mosaico, ideato come metafora di una porzione di pavimento pubblico è composto dall’accostamento di cinquanta tessere triangolari realizzate individualmente dagli studenti sulla base di alcune indicazioni guida stabilite nel corso. Blu isoscele indaga la storia, le potenzialità espressive e materiche di un colore nobile - appunto il blu - utilizzato per la prima volta in pittura da Cimabue e successivamente da Giotto. Un colore che ha segnato la storia dell’arte e delle arti fino a divenire il simbolo di operazioni concettuali estreme e radicali come avviene in Yves Klein. Nello specifico dell’architettura, colore inteso non più come atto decorativo ed estetico, ma emancipato dalla sua carica poetica ed espressiva, divenuto a tutti gli effetti operazione progettuale semplice, riconoscibile, capillare. All’interno di questa riflessione teorica e sulla base di un formato-tessera ogni studente conduce una riflessione materica sul colore che si trasformerà in un patchwork collettivo.
Sarà possibile vedere l'opera fino a Sabato 25 maggio, presso l'Archivio di Stato di Firenze.
Oggi, venerdì 24 maggio, alle ore 15, presenteremo "Blu Isoscele" al convegno "Chromo Sapiens, l'evoluzione del colore nell'architettura, nell'arte e nel design".

Nessun commento:

Posta un commento