venerdì 27 settembre 2013

LABAULA4_Interni

Si è tenuta la presentazione del “Corso di Allestimento e Interni” al Design Campus di Calenzano. Con Annalena Buti e la collaborazione di Sara Arangio e Marco Lastrucci, accompagneremo 75 studenti iscritti al secondo anno in una singolare avventura progettuale.

Dal programma: Desiderio  di  questo  corso  è  quello  di  misurarsi  sul  terreno  comune  del  progetto  e  delle  idee, compiendo  insieme  lo  sforzo  di  togliersi  ‐ come  dice  Alberto  Garutti  ‐ l’abito  istituzionale  del docente e  dello  studente.  Siamo  dentro  la  scuola,  è  vero!  Ma  gli  scambi  sulle  occasioni  progettuali  e  sulle idee  dovranno  attivare  comunque  meccanismi  di  osmosi  in  grado  di  oltrepassar  le  mura  della scuola. Il  laboratorio  di  arredamento  e  interni  ha  delle  straordinarie  potenzialità  per  far  comprendere  la ricchezza  del  mestiere  di  architetto.  Muoveremo  dalla  scala  più  affine  all’uomo.  Avvolgeremo  l’uomo e  ci  confronteremo   con  la  sua  dimensione,  coi  suoi   movimenti.   Solleciteremo  i  suoi  sensi  e  le  sue emozioni. Per  far  questo  ci  sporcheremo  le  mani,  nel  tentativo  di  dare  alle  piccole  idee  una  essenza  fisica, fino  a  materializzarne  una  presenza  che  avrà  la  possibilità  di  “esistere”  nella  misura  in  cui  ognuno di  voi  imprimerà  la  propria  attitudine,  i  propri  desideri,  i  valori. 
G.B.

giovedì 26 settembre 2013

Rocinha, 25 maggio 2009

Opera di Studio ++, dalla targhetta di donazione:


Quest’opera d’arte è stata realizzata in quest’aula da 52 studenti di Labaula4, (corso di Progettazione 1 tenuto da Giovanni Bartolozzi), che insieme hanno ridisegnato - ognuno una parte - la favela Rocinha di Rio de Janeiro in Brasile.
Studio ++ (Fabio Ciaravella, Umberto Daina, Vincenzo Fiore), ha deciso di donare l’opera alla Facoltà d’Architettura di Firenze convinto che la riflessione di cui si fa portatrice trovi in questo luogo la sua più significativa collocazione. Riconoscendo il valore di bene comune dell’opera, la Facoltà accetta la donazione. 
Il Preside